ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, proteste contro il governo dopo l'attentato a Bengasi

Lettura in corso:

Libia, proteste contro il governo dopo l'attentato a Bengasi

Dimensioni di testo Aa Aa

La popolazione libica chiede sicurezza. Quella sicurezza che il governo di Ali Zeidan non appare in grado di dare. Una volta di più, dopo l’attentato a Bengasi davanti all’ospedale Al Jala.

Quest’ultimo atto di terrorismo ha spinto la folla in strada, a Tripoli come nella città dell’est ferita dall’esplosione.

Le autorità si sono dimostrate incapaci di organizzare forze di sicurezza adeguate: sono passate due settimane prima che fosse tolto l’assedio dei miliziani dai ministeri degli Esteri e della Giustizia.

Ma ieri a Bengasi, per la prima volta, è stato preso di mira, da un attacco non rivendicato, un obiettivo civile. In pieno giorno e mentre era molto affollato. E le conseguenze sono state tragiche. Il numero dei morti resta incerto. Il ministero dell’interno ha parlato di 15, i medici non confermano questi numeri. Di certo la zona dove è esplosa l’autobomba risulta devastata.