ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Jolie, asportazione dei seni per ridurre il rischio tumore. Tante lo fanno in Usa

Lettura in corso:

Jolie, asportazione dei seni per ridurre il rischio tumore. Tante lo fanno in Usa

Dimensioni di testo Aa Aa

Non solo Angelina Jolie. Negli Stati Uniti sono tante le donne che prendono la difficile decisione di farsi asportare un seno ancora sano, dopo aver avuto un tumore all’altro, oppure entrambi, in seguito al risultato di un test genetico.

Proprio come quello a cui si è sottoposta la 37enne star hollywoodiana, portatrice di una mutazione del gene BRCA1.

Secondo uno studio pubblicato nel 2007 sul Journal of Clinical Oncology, dal 1998 al 2003 è più che raddoppiato il numero di pazienti che, avendo sviluppato un tumore a una mammella, hanno chiesto la rimozione chirurgica dell’altra ancora sana per evitare futuri problemi. Su 150 mila donne
analizzate nello studio, nel 1998 ha richiesto l’asportazione di entrambe le mammelle l’1,8% delle pazienti, ma erano già il 4,5% nel 2003. L’asportazione di un solo seno, invece, è passata dal 4,2% del 1998 all’11% del 2003

L’attrice che ha interpretato più volte al cinema Lara Croft, per altro, ha perso la madre proprio per un tumore, ma alle ovaie, quando aveva 56 anni.

“Il reale beneficio di una doppia mastectomia è la fortissima riduzione del rischio di un cancro al seno. Non si riduce a zero, perché del tessuto mammario rimane. ma, nel caso della Jolie, si scende dall’80 al 5 per cento di probabilità” ha spiegato il dottor David Agus, oncologo e direttore del Westside Cancer Center at the University of Southern California.
.
La Jolie si è sottoposta alla doppia mastectomia a febbraio, poi ad aprile alla ricostruzione del seno. Madre di sei figli, tre dei quali adottivi. Ambasciatrice dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, la Jolie, ha voluto rendere pubblica la sua storia, sottolineando il sostegno avuto da Brad Pitt, che ha definito quella della compagna “una scelta eroica”.