ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Turchia chiede l'intervento della comunità internazionale contro la Siria

Lettura in corso:

La Turchia chiede l'intervento della comunità internazionale contro la Siria

Dimensioni di testo Aa Aa

La Turchia chiede un intervento internazionale contro il regime di Damasco e accusa un gruppo, legato all’intelligence siriana, di aver fatto esplodere sabato due autobombe a Reyhanli, cittadina turca al confine fra i due Stati.

Finora sono state arrestate nove persone per la strage, nella quale ci sono state 46 vittime e decine di feriti.

Da Berlino il ministro degli Esteri turco Ahmet Davutoğlu ha dichiarato: “Secondo le nostre indagini dietro agli attacchi ci sarebbero terroristi di un’organizzazione marxista legata al regime di Bashar al-Assad. La Turchia chiede che la comunità internazionale ponga fine all’atteggiamento aggressivo di questo regime e che prenda una posizione chiara contro le provocazioni di Damasco che continua a gettare benzina sul fuoco”.

Il regime siriano nega ogni coinvolgimento negli attentati e accusa la Turchia di “fabbricare prove” per far fallire gli sforzi diplomatici di Stati Uniti e Russia.

Il governo turco sta subendo attacchi anche in patria. Centinaia di persone hanno manifestato ad Antochia, capoluogo della provincia frontaliera teatro della strage di sabato, per criticare la gestione della crisi siriana e dell’emergenza rifugiati.