ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurogruppo, Dijsselbloem vuole progressi sull'unione bancaria

Lettura in corso:

Eurogruppo, Dijsselbloem vuole progressi sull'unione bancaria

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione bancaria deve andare avanti senza aspettare modifiche ai trattati. A Bruxelles il presidente dell’Eurogruppo ha smentito la Germania secondo cui per creare un’agenzia salva-banche è necessario prima cambiare i testi fondamentali europei.

Per Jeroen Dijsselbloem, non si deve rallentare:
“Dobbiamo lavorare su altre parti della riforma, mentre si discute sui trattati L’Unione bancaria non puo’ aspettare. Ci sono alcuni elementi che devono partire come il meccanismo unico di supervisione, le regole sui capitali, e dobbiamo poi lavorare sulla direttiva per i fallimenti delle banche”

All’ordine del giorno dei ministri delle finanze della zona euro anche i piani di salvataggio per Portogallo, Grecia e Cipro.

Ma per il ministro delle finanze francese Pierre Moscovici è tempo di guardare oltre: “Apprezzo la volontà del commissario Olli Rehn di dare prova di flessibilità, di lasciare piu’ tempo e di mantenere l’attenzione sulla crescita. Va bene essere seri, è quel che vogliamo, ma diciamo no all’austerità”

In nome della crescita anche il nuovo ministro dell’economia italiano Saccomanni è giunto a Bruxelles per chiedere di escludere dai limiti del patto di stabilità gli investimenti per creare occupazione.

Ma come sottolinea Isabelle Marques da Silva l’inviata di Euronews all’Eurogruppo, un altro paese è ora sotto i riflettori europei, non si parla ancora ufficialmente di un piano di salvataggio per la Slovenia ma il ministro sloveno dovrà presentare in dettaglio le recenti riforme approvate dal suo governo.