ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Autobomba a Bengasi, cresce l'allarme terrorismo in Libia

Lettura in corso:

Autobomba a Bengasi, cresce l'allarme terrorismo in Libia

Dimensioni di testo Aa Aa

Alza il tiro il terrorismo che da un mese sta facendo registrare una fase di crescente tensione in Libia. Un’autobomba è esplosa in un’area affollata davanti all’ospedale Al Jala di Bengasi. Il viceministro dell’interno , Abdallah Massud, ha riferito che si contano al momento 15 morti e 30 feriti.

Decine di veicoli sono stati distrutti dall’esplosione, che ha anche devastato un ristorante e danneggiato altri edifici vicini.

Nessuno, per ora, ha rivendicato l’attacco, in una Libia che appare sempre più insicura, nel periodo più drammatico dalla caduta di Muammar Gheddafi.

Finora erano stati presi di mira per lo più simboli delle istituzioni, come i commissariati di polizia attaccati la scorsa settimana, sempre a Bengasi.

Questo attentato mostra che per il governo è sempre più difficile controllare il territorio.

L’esecutivo di Ali Zeidan è sotto accusa per la presenza al potere di personaggi compromessi con il regime di Gheddafi.

Solo domenica è stato tolto l’assedio, a Tripoli, ai ministeri degli Esteri e della Giustizia. Gli edifici sono tornati sotto il controllo delle autorità, dopo che è stata approvata una legge che dovrebbe proprio tendere a escludere dalla vita politica chi abbia avuto un ruolo sotto il defunto rais.