ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage di Reyhanli, Ankara accusa Damasco "pronti a rispondere"

Lettura in corso:

Strage di Reyhanli, Ankara accusa Damasco "pronti a rispondere"

Dimensioni di testo Aa Aa

Ankara accusa Damasco. Per il governo turco ci sono le milizie fedeli ad Assad dietro gli attentati di Reyhanli. Le indagini hanno portato all’arresto di nove persone vicine al gruppo Mukhabarat che ha legami con l’intelligence siriana. La Turchia è dicisa ad adottare “ogni genere di misura” per rispondere alle strage che ha provocato almeno 45 morti e decine di feriti.

“La capacità dell’intelligence del regime siriano e la sua forza militare ci inducono a sospettare di Damasco – sostiene il vice Primo ministro di Ankara, Bulent Arinc – Ma come ho detto, avremo una spiegazione ufficiale solo dopo le testimonianze oculari e la valutazione dei nostri rapporti di intelligence”.

Il ministro dell’Informazione di Damasco respinge tutte le accuse. Nell’area colpita, la provincia Hatay, metà della popolazione è alawita, così come il presidente siriano, che molti appoggiano. Ankara, al momento, non ha richiesto di convocare una riunione d’emergenza della Nato.