ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: l'orrore di Cleveland

Lettura in corso:

USA: l'orrore di Cleveland

Dimensioni di testo Aa Aa

Sollievo, incredulità e molte domande dopo la liberazione di tre giovani donne, oltre che di una bambina, a Cleveland. Per dieci anni Ariel Castro le ha tenute prigioniere e, secondo la polizia, sottoposte a sevizie e torture. France3 ripercorre la drammatica vicenda.

La famiglia di Castro ha sostenuto di essere totalmente all’oscuro di quanto accadeva al numero 2207 di Seymour Avenue. La madre dell’aguzzino, sconvolta, ha chiesto perdono alle giovani vittime e alle loro madri. I parenti dell’ex autista dello scuolabus hanno parlato con i giornalisti della tv spagnola TVE inviati a Cleveland. Tra i vicini di casa dell’uomo c‘è anche chi racconta di aver sporto denuncia alla polizia. Ma senza risultati.

La polizia e l’FBI stanno setacciando la casa degli orrori alla ricerca di prove e di eventuali macabre scoperte. Nel 2007 un’altra giovane era scomparsa nello stesso quartiere di Cleveland. Di lei finora non c‘è alcuna traccia. Nel servizio della TV portoghese RTP l’incredulità degli amici del carnefice ma anche la perplessità per una terribile vicenda durata dieci anni senza che nessuno di accorgesse di quel che stava avvenendo tra quelle mura.

Le immagini di Gina, tornata a casa dopo tutti quegli anni di prigionia, riaccendono le speranze di tanti genitori i cui figli sono scomparsi nel nulla. Nel reportage di France 2 il racconto di Annie Audoye, una madre ancora alla disperata ricerca della figlia Marie Helene di cui non ha più notizie da 22 anni.