ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gerusalemme Est: interrogato da polizia il Gran Muftì, proteste

Lettura in corso:

Gerusalemme Est: interrogato da polizia il Gran Muftì, proteste

Dimensioni di testo Aa Aa

È stato rilasciato il Gran Muftì di Gerusalemme, Muhammad Hussein, che era stato portato in una caserma della polizia israeliana ed interrogato per sei ore. La polizia lo riteneva coinvolto nei disordini della vigilia.
Alcuni fedeli musulmani avevano ferito leggermente due ufficiali di polizia, mentre arrestavano un giovane arabo accusato di aver rivolto urla e disturbato la quiete dei fedeli al sottostante muro del pianto.

Il fermo del Muftì ha scatenato immediate reazioni da parte delle autorità palestinesi, con la condanna espressa, tra gli altri, dal Presidente Mahmoud Abbas.
Reazione forte anche dalla Giordania, dove il Parlamento ha chiesto al Governo di espellere l’ambasciatore israeliano.

Non è raro che il Muro del Pianto, che si trova proprio al di sotto della Spianata delle Moschee,
sia teatro di disordini e provocazioni, da una parte e dall’altra.