ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria-Israele: calma apparente alla frontiera, Siria minaccia

Lettura in corso:

Siria-Israele: calma apparente alla frontiera, Siria minaccia

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo l’ultimo raid israeliano in Siria c‘è una calma apparente, alla frontiera tra Israele e Libano, mentre la presenza di carri armati e veicoli di trasporto truppe è notevolmente cresciuta sulle alture del Golan, condivise tra Israele, Libano e Siria.

Anche qui però la situazione non scoraggia più di tanto i turisti, non pochi nella zona:

“Se non avessimo guardato su internet, non avremmo nemmeno saputo quel che è successo. Naturalmente sentiamo il rumore dei carri armati che manovrano e alcuni colpi, ma in qualche modo è normale, siamo venuti nel Golan altre volte in passato”.

Due attacchi dei caccia israeliani in territorio siriano in quarantotto ore, dopo un attacco simile qualche mese fa, lasciano temere un incremento della tensione, e lo lasciano presagire anche le esercitazioni tenute recentemente da Tsahal nel Nord di Israele. Damasco ora avverte: al prossimo ingresso di caccia israeliani, risponderemo. Batterie di missili terra-terra e terra-aria sarebbe pronte ad entrare in azione senza più dover chiedere l’autorizzazione del Presidente.

Israele dice di aver attaccato e distrutto un deposito di armi che si temeva finissero nelle mani della milizia Hezbollah in Libano: armi chimiche, e i missili Fateh-110 iraniani, che erano giunti in Siria di recente.