ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cipro e Russia si accordano: due anni in più per ripagare i debiti

Lettura in corso:

Cipro e Russia si accordano: due anni in più per ripagare i debiti

Dimensioni di testo Aa Aa

Una proroga e uno sconto. Dopo il salvataggio internazionale, Cipro incassa anche il tanto agognato alleggerimento del debito nei confronti di Mosca.

Nel 2011, quando il sistema bancario già scricchiolava, la Russia aveva accordato un prestito da 2,5 miliardi di euro. Durata: 5 anni, con tasso di interesse al 4,5%.

Il marzo scorso, con l’esplodere della crisi, l’allora ministro delle finanze Michalis Sarris era volato a Mosca per chiedere una partecipazione al salvataggio. Mossa non casuale considerato che, secondo Moody’s, i capitali russi a Cipro ammonterebbero a oltre 30 miliardi di dollari.

La risposta era stata un sonoro ‘no’, il che aveva costretto l’isola a sottostare alle condizioni poste dall’Unione europea e dal Fondo monetario internazionale per ottenere un prestito da 10 miliardi di euro.

Tra queste una perdita fino al 60% dei risparmi sopra i 100 mila euro. “Un espropriazione”, secondo il primo ministro russo Medvedev.

Alla fine la Russia ha acconsentito a partecipare al salvataggio, concedendo una proroga di 2 anni per il pagamento e ad un abbassamento dei tassi di interesse al 2,5%.

Niente salvataggio, invece, per i propri connazionali a Nicosia: la speranza è un ritorno dei capitali sotto l’ombra del Cremlino.