ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bangladesh: oltre 600 morti, il palazzo crollato "progettato per uffici"

Lettura in corso:

Bangladesh: oltre 600 morti, il palazzo crollato "progettato per uffici"

Dimensioni di testo Aa Aa

A più di dieci giorni dal crollo del Rana Plaza a Dacca, in Bangladesh, i soccorritori continuano a trovare sotto le macerie corpi senza vita: le vittime accertate sono oltre 600 e il conto sale di ora in ora.

Si tirano fuori corpi martoriati che rendono, in alcuni casi, impossibili le procedure di riconoscimento: “Tra i cadaveri recuperati negli ultimi minuti – spiega Sheikh Md Mizanur Rahman, responsabile dei vigili del fuoco – ne abbiamo identificati tre dai loro telefoni cellulari e dalle carte d’identità”.

All’origine della tragedia le vibrazioni simultanee di migliaia di macchine da cucire e di quattro enormi generatori installati sul tetto. Dal carcere, l’architetto che ha progettato la struttura si difende: il Rana Plaza era stato ideato per ospitare degli uffici, non delle fabbriche tessili e il progetto originale prevedeva 6 piani e non 9.

I parenti dei dispersi cercano i propri cari tra i corpi ammassati dai soccorritori, al momento del crollo si trovavano nell’edificio circa 3.000 persone, la maggior parte fabbricavano indumenti a basso costo per le multinazionali occidentali.