ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gerusalemme e Atene verso la Pasqua Ortodossa

Lettura in corso:

Gerusalemme e Atene verso la Pasqua Ortodossa

Dimensioni di testo Aa Aa

Gerusalemme prega e Atene serra la cintura. In Terra Santa e in Grecia due volti del Venerdì Santo dei cristiani ortodossi.

In vista della Pasqua che il calendario giuliano quest’anno colloca al 5 maggio, in migliaia hanno sfilato a Gerusalemme, ripercorrendo in processione la “via Dolorosa” che ricorda l’ultimo tragitto di Gesù verso la crocifissione.

Tutt’altra musica in Grecia, dove la scure dell’austerity si abbatte sul menù di Pasqua. Per le strade e i mercati di Atene, è una corsa allo sconto, per sedurre una clientela sempre più provata dai tagli.

“Cosa possiamo ancora attenderci che acquistino i consumatori, quando ormai gli si è tagliato tutto – si interroga Kleanthis Tsironis, proprietario di un banco carni -? Questa Pasqua si annuncia decisamente povera. A tavola ci saranno più patate che carne”.

“Abbiamo cercato di venire incontro ai clienti abbassando i prezzi – replica Christina Matsouka, proprietaria con la sua famiglia di una rinomata pasticceria -. Stiamo facendo sconti del 30% su numerosi articoli, perché comprendiamo i problemi della gente. E i clienti ci ricompensano, affollando il nostro negozio”.

Un marketing vincente, che salva i dolciumi dalla dieta del rigore: i consumi calano, ma le uova in cioccolato si confermano in testa ai rimedi sposati dai greci per dimenticare la crisi, almeno per un giorno.