ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corea: completata l'evacuato di Kaesong, distretto vittima della crisi Nord-Sud

Lettura in corso:

Corea: completata l'evacuato di Kaesong, distretto vittima della crisi Nord-Sud

Dimensioni di testo Aa Aa

La fine del dialogo inter-coreano si vede da oggi anche a Kaesong, il distretto industriale congiunto che ora è stato abbandonato anche dagli ultimi sette manager sud-coreani.

Centoventitré aziende si erano installate nell’enclave industriale nord-coreana, avviata nove anni fa. Ora tutto è sospeso. Ma la speranza è l’ultima a morire, per il direttore del distretto:

“Ho più volte sottolineato, nel corso dei negoziati con la Corea del Nord, che il complesso industriale di Kaesong deve essere normalizzato al più presto possibile, in modo che le aziende possano minimizzare il danno e le fabbriche riprendano a lavorare”.

Centinaia di manager sud-coreani dirigevano, nelle fabbriche del distretto, oltre cinquantatremila operai nord-coreani: le prime vittime della crisi tra i due Paesi sono loro.

I toni tra i due Paesi sono saliti con la furiosa reazione di Pyongyang alle ultime esercitazioni militari congiunte tra sudcoreani e statunitensi. E sono saliti al punto che la Corea del Nord ha tagliato la linea rossa di comunicazione diretta, stracciato la tregua che era in vigore del 1953 e più volte minacciato di colpire il territorio sudcoreano e le basi statunitensi nella zona.