ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, tre arresti a Boston. Avrebbero favorito gli attentatori

Lettura in corso:

Usa, tre arresti a Boston. Avrebbero favorito gli attentatori

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono comparsi davanti al giudice i tre nuovi fermati per la strage alla maratona di Boston: si tratta di tre studenti, due kazaki e uno statunitense, che dopo l’attentato avrebbero aiutato uno dei due presunti responsabili, a eliminare suoi oggetti personali, tra cui uno zaino e un computer portatile.

Una ricostruzione contestata dalle difese.

“Dias Kadyrbayev respinge le accuse. Come diciamo dall’inizio, ha assistito l’Fbi in questa indagine. E’ sotto shock per la violenza di Boston, come è sotto shock l’intera comunità”.

“Il mio assistito, Azamat Tazhayakov, è rimasto molto colpito dal fatto di sentire che qualcuno che conosce, nell’ambito dell’Università del Massachusetts, sarebbe coinvolto nell’attentato alla maratona di Boston.Lo stesso è successo a ogni altro studente intervistato al campus”.

Tra le carte dell’accusa anche una foto di due giovani, che potrebbero essere tra i fermati, a fianco di Dzhokhar, scattata l’anno scorso a Time Square di New York.

Le due esplosioni alla maratona, il 15 aprile scorso, hanno ucciso tre persone, tra cui un bimbo di 8 anni. Un agente è invece morto in una sparatoria con i due attentatori in fuga.