ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: rischiano pene dai 5 agli 8 anni gli studenti arrestati per la strage di Boston

Lettura in corso:

USA: rischiano pene dai 5 agli 8 anni gli studenti arrestati per la strage di Boston

Dimensioni di testo Aa Aa

Negli Stati Uniti rischiano dai cinque agli otto anni di prigione i tre studenti arrestati ieri nel corso delle indagini sulla strage alla maratona di Boston.

I due kazaki e lo statunitense sono accusati di aver cercato di aiutare dopo l’attentato uno dei presunti responsabili.
I giovani sarebbero entrati nella stanza del campus di New Bedford di Djokhar Tsarnaev con l’obiettivo di eliminare alcuni oggetti personali.
Al corrente dell’amicizia tra gli studenti, il padre di uno degli arrestati aveva nei giorni scorsi preso le difese del proprio figlio:

“Non si è mai picchiato con nessuno e non ha mai frequentato degli estremisti – dice Amir Ismagoulov, padre di Azamat Tazhayakov – Non va alla moschea se non per delle rare precise ragioni. Qui negli Stati Uniti non è mai stato in una moschea.”

Dei tre arrestati, la posizione dello statunitense è la più delicata: è accusato di falsa testimonianza. Gli inquirenti sostengono che abbia mentito a più riprese.
Insieme agli altri due studenti dalla stanza di Tsarnaev avrebbe preso uno zaino in cui c’erano dei resti di fuochi d’artificio e un computer.

L’attentato di Boston, il 15 aprile scorso, ha provocato la morte di tre persone e il ferimento di altre 264. Le due bombe artigianali sono esplose a 12 secondi di intervallo una dall’altra.