ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: timori in Turchia per armi chimiche

Lettura in corso:

Siria: timori in Turchia per armi chimiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Le armi chimiche siriane spaventano anche in Turchia: nei villaggi frontalieri, dove affluiscono i feriti dalla Siria, c‘è chi comincia a preoccuparsi, e la pressione sulle autorità è in aumento.

I ribelli siriani hanno accusato il regime di aver usato armi chimiche contro i civili, il governo di Damasco ha ribaltato l’accusa sui ribelli. Al momento non c‘è prova che armi chimiche siano state effettivamente usate. Ma, racconta un amministratore locale, “ogni volta che passa un’ambulanza, la gente si preoccupa e chiede come il paziente all’interno sia stato ferito o ucciso. Mi chiamano per chiedere se si è trattato di un fatto legato all’uso di armi chimiche. Oggi ricevo molte chiamate del genere dagli abitanti della zona”.

Non è ancora panico, ma c‘è chi comincia a dire che non si dovrebbero più accogliere feriti dalla Siria, per evitare i rischi per la popolazione locale.

Le autorità rassicurano, tutte le precauzioni sono regolarmente adottate, e non c‘è alcun rischio. Campioni di sangue di alcuni feriti sono stati prelevati per verificare l’eventuale presenza di tracce chimiche.