ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il neopremier italiano Letta da Barroso: "E ora la crescita"

Lettura in corso:

Il neopremier italiano Letta da Barroso: "E ora la crescita"

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre il rigore, la crescita. A Bruxelles il neo premier italiano Enrico Letta ha incassato il sostegno del presidente della Commissione Josè Manuel Durao Barroso sull’urgenza di misure capaci di dare uno stimolo positivo all’economia del continente.

“Il primo ministro Letta e io condividiamo l’idea che l’Unione europea e i suoi membri debbano urgentemente implementare misure per la crescita e la creazione di nuovo lavoro. Entrambe misure indispensabili, convinti come siamo che si possa sviluppare una crescita durevole e competitiva solo assieme a un risanamento delle finanze pubbliche”.

Decisioni concrete saranno prese già in occasione del Consiglio europeo di giugno.

“Ho rappresentato al presidente Barroso le nostre speranze di contrastare la disoccupazione giovanile. Questo è il peggiore incubo per il nostro paese, ma anche per il resto dell’Unione europea, ed è il punto principale della nostra battaglia politica ed economica”.

Ieri a Parigi Letta aveva affrontato le stesse questioni col presidente francese Hollande, registrando una sostanziale intesa anche sulla necessità di far progredire il dossier della costruzione di una vera unione bancaria europea.