ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venezuela, in Parlamento i deputati arrivano alle mani

Lettura in corso:

Venezuela, in Parlamento i deputati arrivano alle mani

Dimensioni di testo Aa Aa

In Venezuela si è trasformata in bagarre una seduta parlamentare a causa dei contestati risultati elettorali. Secondo l’opposizione, sette dei suoi membri sono stati colpiti mentre protestavano contro un divieto che impedisce loro di parlare in Assemblea. Il fronte che fa capo a Henrique Capriles continua a non riconoscere la legittimità di Nicolas Maduro.

“Andremo avanti con la nostra battaglia” – dichiara Julio Borges, deputato e leader politico del partito ‘Primero Justicia’ guidato da Henrique Capriles – “avanzando millimetro dopo millimetro, per dare un’opportunità al Venezuela del futuro. È per questa ragione che hanno fatto ricorso alla violenza perché stiamo per trionfare.”

“Ci avete rubato le elezioni, questa è la verità”: non si ferma Henrique Capriles che ha accusato di frode il governo chiedendo di verificare manualmente i voti delle elezioni del 14 aprile scorso che hanno infiammato le piazze.

Il delfino designato da Hugo Chavez ha avuto la meglio con una differenza risicata che è, in termini percentuali, dell’1,49%.

La contestazione del candidato dell’opposizione in Venezuela punta fino alla Corte suprema con l’obiettivo di tornare alle urne.