ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: premier scampa a attentato a Damasco

Lettura in corso:

Siria: premier scampa a attentato a Damasco

Dimensioni di testo Aa Aa

Il conflitto siriano arriva al cuore del potere con un attentato a Damasco al convoglio del premier Wael al-Halki, rimasto illeso. Ancora da chiarire se ad agire sia stato un attentatore suicida o se si sia trattato di una bomba detonata a distanza.

Nell’esplosione – che si è verificata nel moderno quartiere di Mazzeh – sono morte almeno sei persone tra cui una guardia del corpo, una decina i feriti. “Eravamo qui nell’angolo – racconta un testimone -, quando all’improvviso abbiamo visto una grande esplosione e tutto è saltato per aria. Di solito questo edificio dietro di noi è pieno di bambini, passano parecchie macchine, vedete un autobus. È solo distruzione, terrorismo. Chi ha agito è stato pagato, non ha nulla a che vedere con la religione. È solo distruzione del nostro Paese”.

Il capo del governo ha preso parte a un incontro con una commissione economica dopo l’attentato, che non è stato rivendicato. In passato azioni simili sono state attribuite al fronte jihadista al Nusra, legato ad al Qaida. Le aree della capitale controllate dal governo sono già state colpite nei mesi scorsi. L’ultima volta, a dicembre, era stato preso di mira il ministero dell’Interno.