ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo, condanne per traffico illegale di organi

Lettura in corso:

Kosovo, condanne per traffico illegale di organi

Dimensioni di testo Aa Aa

Un tribunale europeo dell’Eulex, la missione dell’Ue in Kosovo, ha condannato oggi a Pristina cinque medici a pene fino otto anni di carcere per traffico di organi umani. Si sarebbe trattato soprattutto di reni espiantati a persone reclutate in paesi dell’Est europeo, pagati al ‘‘donatore’‘ circa 15 mila euro e rivenduti a oltre 100.000 euro.

“Rimangono molti ostacoli da superare per ottenere una giustizia equa per le vittime, per arrivare a un risarcimento e all’ordine di arresto internazionale dei presunti responsabili. Speriamo che il verdetto di oggi sia visto come qualcosa che aggiunge giustizia e sicurezza alle vittime di questa materia”.

Durante il processo è emerso che nella clinica Medicus, nelle vicinanze di Pristina sono stati compiuti più di trenta espianti illegali di reni.

La condanna più pesante e’ quella inflitta all’urologo Lutfi Dervishi, che si è visto comminare otto anni, mentre il figlio, anch’egli medico è stato condannato a sette anni e tre mesi.