ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Api, la Commissione europea vieta i pesticidi che le fanno morire

Lettura in corso:

Api, la Commissione europea vieta i pesticidi che le fanno morire

Dimensioni di testo Aa Aa

A partire da dicembre e per almeno due anni, non sarà più possibile usare i pesticidi ritenuti responsabili della moria delle api. A decidere il bando la Commissione europea, dopo che gli Stati membri, per la seconda volta, non erano riusciti tra di loro a trovare un’intesa.

Come spiega Roger Waite, portavoce della Commissione europea responsabile all’Agricoltura, formalmente la decisione sarà presa solo tra qualche settimana, per questioni pratiche come la traduzione dei documenti, ma politicamente si è deciso di adottare la proposta che impedisce l’uso di questi pesticidi dal primo dicembre.

Nonostante il voto inconcludente a livello di governi nazionali, 15 si sono comunque espressi a favore del provvedimento. Otto i contrari, tra cui l’Italia.
La decisione arriva a pochi mesi dal rapporto dell’autorità europea per la sicurezza alimentare che metteva in guardia dagli effetti di questi insetticidi.

Hélène Kufferath, apicoltore

“I danni sulle api sono enormi, vengono colpiti i loro neurotrasmettitori. Significa che gli insetti si perdono, non riescono più a ritrovare i loro alveari e alla fine muoiono”.

Soddisfatte le organizzazioni ambientaliste, che chiedono però di allargare lo spettro delle indagini al di là dei tre tipi di pesticidi nel mirino oggi.

Marco Contiero, Greenpeace

“Un recente parere scientifico identifica sette sostanze che provocano problemi alle api e agli altri insetti impollinatori. Vorremmo che la Commissione agisse non solo sui neonicotinoidi come sta facendo ora, ma anche che tenesse in conto le prove scientifiche su queste altre sostanze altrettanto tossiche”.