ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: un anniversario di protesta

Lettura in corso:

Portogallo: un anniversario di protesta

Dimensioni di testo Aa Aa

Più in piazza che nel Palazzo, per ricordare la rivoluzione dei garofani che il 25 aprile del 1974 rovesciò la dittatura portoghese: i capitani che vi presero parte non hanno aderito alle cerimonie ufficiali per l’anniversario, e hanno preferito partecipare alla manifestazione indetta da sindacati e sinistra contro le politiche di rigore.

“A questo punto – dice un sindacalista della polizia – anche per noi ha senso essere qui, perché anche noi rappresentiamo il popolo. Siamo qui per garantire il rispetto della Costituzione”.

“Vedo il Paese in una brutta situazione – dice uno dei leader della rivoluzione -, e quindi questo 25 aprile, al di là del fatto di rievocare la liberazione dal fascismo, rappresenta anche la lotta contro la situazione che stiamo vivendo oggi”.

La protesta contro le politica d’austerità si è da tempo tinta di rosso garofano: molti manifestanti portano all’occhiello il fiore simbolo della rivoluzione, molti cantano la canzone che la simboleggiava, e l’adesione alla protesta da parte dei reduci sottolinea ulteriormente la sensazione di una perdita delle conquiste repubblicane.