ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bangladesh: salvati altri 50 operai nell'edificio crollato a Dacca

Lettura in corso:

Bangladesh: salvati altri 50 operai nell'edificio crollato a Dacca

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono stati salvati un’altra cinquantina di operai, intrappolati al terzo piano dell’edificio crollato a Dacca, in Bangladesh, mercoledì. Da allora sono stati trovati oltre 2000 superstiti, mentre più di 300 persone hanno perso la vita. Una sorte cui i soccorritori cercano di strappare chi è ancora imprigionato. Nell’edificio che ospitava fabbriche d’abbigliamento lavoravano circa 3000 persone.

“Proprio qui sotto dove siamo seduti era intrappolata una persona di nome Altaf, al secondo piano”, racconta un pompiere. “Sfortunatamente è rimasto bloccato tra una colonna e una trave, che porta il peso di nove piani. Per cui non abbiamo potuto salvarlo. Era in condizioni critiche. Stamattina è morto”.

La tragedia ha sollevato polemiche sull’industria dell’abbigliamento occidentale che si regge sulla manodopera a basso costo del Bangladesh, dove le condizioni di lavoro sono ben lontane dagli standard dei Paesi ricchi.

Decine di migliaia di persone hanno protestato contro queste condizioni e hanno chiesto l’arresto del proprietario dell’edificio, che avrebbe ignorato gli avvertimenti sull’esistenza di crepe.