ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'ascesa del calcio tedesco. Qual è il segreto?

Lettura in corso:

L'ascesa del calcio tedesco. Qual è il segreto?

Dimensioni di testo Aa Aa

Il calcio parla tedesco. I risultati, parziali, delle semifinali di Champions League lo dimostrano. Ma qual è il segreto nella ricetta di questa rinascita dei club provenienti dalla Germania?

Una tecnica quasi perfetta, un’ottima organizzazione tattica e atleti fortissimi. Il tutto mescolato e ben cucinato all’interno delle cosiddette accademie per giovani talenti, che da ormai 10 anni spopolano in terra teutonica.

“Nel 2000 è stato chiesto ai club di Bundesliga di creare accademie calcistiche” spiega Robin Dutt, direttore sportivo della Federcalcio tedesca. “I club hanno fatto e stanno tuttora facendo un lavoro eccezionale, con un ottimo insegnamento tecnico e tattico. I primi risultati si sono visti ai Mondiali del 2006, organizzati proprio in Germania. E le squadre di campionato hanno ottenuto gli stessi, positivi, risultati negli ultimi anni”.

Un processo iniziato con la costruzione di impianti all’avanguardia, una migliore distribuzione delle risorse finanziarie e lo sviluppo del settore giovanile, che negli ultimi anni ha regalato talenti come Mario Gotze, Toni Kroos, Mesut Ozil, Thomas Muller, Marco Reus.

“La nostra forza sta nel focalizzarci su tutti i club del Paese” dichiara Christine Lehmann, della Federazione calcistica tedesca. “Tutti i giocatori professionisti hanno iniziato in un piccolo club, ognuno di loro. Ed è questo alla base del calcio”.

Basti pensare che 19 dei 23 convocati dalla Germania ai Mondiali del 2010, provenivano dalle accadamie calcistiche tedesche..