ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentato Boston, critiche sull'Fbi per le indagini inconcludenti su Tamerlan

Lettura in corso:

Attentato Boston, critiche sull'Fbi per le indagini inconcludenti su Tamerlan

Dimensioni di testo Aa Aa

Boston rimuove i sigilli al luogo dell’attentato dello scorso 15 aprile, che in poche ore si riempie di fiori, messaggi e candele, in memoria delle vittime della doppia esplosione.

L’inchiesta ha sollevato aspre critiche sull’operato dell’Fbi. Nel marzo 2011, l’agenzia aveva ricevuto una segnalazione nei confronti di Tamerlan Tsarnaev, il maggiore dei due fratelli sospettati di essere gli autori dell’attentato. Eppure il suo ritorno da un viaggio in Russia non aveva allertato gli inquirenti.

Un portavoce della Casa Bianca afferma che Tamerlan era stato inserito nella lista dell’antiterrorismo, ma aggiunge che le indagini dell’Fbi risalenti al 2011 non avevano rilevato alcun elemento a suo carico.

Precisa quindi che la segnalazione delle autorità russe e il campanello di allarme che aveva destato l’attenzione dell’Fbi sono tutt’ora oggetto di indagine.

Le uniche risposte circa il movente e la preparazione dell’attentato potranno arrivare dal fratello minore di Tamerlan, ricoverato in ospedale e già ascoltato dagli inquirenti. Le sue condizioni sono giudicate stabili. Secondo la polizia, i due fratelli avevano intenzione di recarsi a festeggiare a New York e per questo avevano rubato un’auto.