ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'America alle prese con una nuova era del terrorismo

Lettura in corso:

L'America alle prese con una nuova era del terrorismo

Dimensioni di testo Aa Aa

L’attentato di Boston ha portato a un aumento del livello delle misure negli Stati Uniti, a iniziare da Washington. Le autorità nordamericane devono fronteggiare nuove forme di terrorismo, che traggono origine da traffici illeciti. Metodi di finanziamento illecito che derivano dal traffico di droga, ad esempio, foraggiano i conti di alcune organizzazioni: “Hezbollah si avvale di una rete di riciclaggio di denaro, e di traffico di droga – dice David Cohen, sottosegretario del Tesoro con delega all’intelligence finanziaria -. Trae benefici finanziari dal narco traffico e dal riciclaggio di denaro sporco. Con quei soldi, Hezbollah è coinvolta in attività terroristiche nel mondo”.

Sempre nel corso di una conferenza alla Casa Bianca, i responsabili dell’agenzia federale antidroga hanno spiegato: “Poiché il terrorismo sponsorizzato dagli stati è in declino – dice Derek Maltz della DEA -, il terrorismo alimentato dal traffico di droga è in crescita”.

Gli Stati Uniti si trovano di fronte a nuove minacce, più subdole e difficili da gestire, anche se in alcuni casi rappresentano un pericolo inferiore poiché l’impatto è su scala minore. “Queste persone sono piuttosto incompetenti, difficili da fermare, ma che probabilmente non presentano lo stesso livello di rischio di al Qaida – dice il professore Joseph Young, dell’American University -. Non sono capaci di distruggere, di radere al suolo due grandi edifici e causare la morte di migliaia di persone”.

Secondo alcuni sondaggi, due terzi degli americani credono che i terroristi troveranno sempre un modo per sferrare attacchi, nonostante gli sforzi del governo: “Dodici anni dopo l’11 settembre, l’America sta entrando in una nuova era del terrorismo – dice il corrispondente di euronews Stefan Grobe -. Il rischio di lupi solitari e il terrorismo finanziario e nella rete significano un livello di minaccia con il quale il paese sta imparando ad avere a che fare. E l’aspetto più difficile è come gestire la paura”.