ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri tra esercito e sunniti nel nord dell'Iraq, oltre 20 morti

Lettura in corso:

Scontri tra esercito e sunniti nel nord dell'Iraq, oltre 20 morti

Dimensioni di testo Aa Aa

È di oltre 20 morti e almeno 20 feriti il bilancio degli scontri tra i soldati iracheni e i manifestanti sunniti anti-governativi nel nord del Paese.

Il massacro è avvenuto vicino Kirkuk, dopo che l’esercito è intervenuto per smantellare un sit-in di protesta.

Da quattro mesi, la minoranza sunnita irachena scende in piazza contro il governo sciita di Nuri al-Maliki accusato di attuare una politica discriminatoria.

Secondo il ministero della Difesa, i soldati hanno aperto il fuoco dopo essere stati presi di mira da alcuni manifestanti armati. I sunniti sostengono che il loro raduno abbia subito un attacco ingiustificato dell’esercito.

“La presenza delle forze di sicurezza nelle città, innescherà un conflitto interconfessionale – sostiene un manifestante – Chiediamo al governo di ritirare l’esercito’‘.

Per l’esecutivo le vittime sono miliziani di al Qaeda e del Partito Baath che si erano infiltrati tra i dimostranti. Il ministro dell’Educazione, Mohammed Tamim, sunnita, si è dimesso in protesta contro il raid dell’esercito.