ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Napolitano: ora governo e riforme subito.

Lettura in corso:

Napolitano: ora governo e riforme subito.

Dimensioni di testo Aa Aa

Al via la seconda presidenza di Giorgio Napolitano.

L’investitura ufficiale è tra gli applausi delle Camere riunite: “Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione”.

Commosso, il capo dello Stato ringrazia e parla di un compito che mette a dura prova le sue forze. Ma poi con fermezza ammonisce le forze politiche: “Attenzione, il vostro applauso a quest’ultimo richiamo che ho sentito di dover esprimere, non induca ad alcuna auto-indulgenza. Non dico solo i corresponsabili del diffondersi della corruzione nelle diverse sfere della politica e dell’amministrazione, ma nemmeno i responsabili di tanti nulla di fatto”.

“Non si può più in nessun campo sottrarsi al dovere della proposta, alla ricerca della soluzione praticabile, alla decisione netta e tempestiva per le riforme di cui hanno bisogno improrogabile, per sopravvivere e progredire, la democrazia e la società italiana”.

Il presidente, 88 anni a giugno, detta condizioni precise: governo e riforme subito. E basta con le sordità già viste in passato. Altrimenti, ha detto, non esiterà “a trarne le conseguenze dinanzi al paese”.