ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A caccia del lavoro dei sogni

Lettura in corso:

A caccia del lavoro dei sogni

Dimensioni di testo Aa Aa

Cercare un lavoro oggi è un lavoro a tempo pieno. Di fronte a tassi di disoccupazione giovanile elevati in gran parte dei Paesi europei, i giovani laureati si rendono conto che le opportunità di lavoro sono limitate. Come possono costruire la carriera che sognano? E’ il tema di questa puntata.

Siamo andati in Irlanda dove la disoccupazione dei giovani sotto i 25 anni è di circa il 30 per cento.

“Innanzitutto è importante sapere chiaramente qual è il lavoro dei tuoi sogni e quali sono le qualità richieste per ottenere questo tipo di lavoro”, sostiene Sean Gannon, consigliere per la carriera lavorativa al Trinity College di Dublino. “Secondo, occorre esaminare il ruolo dei social media all’interno dell’intero processo di ricerca del lavoro e poi essere attenti alle opportunità offerte da twitter, Linkedin e altri mezzi per quanto riguarda il proprio piano lavorativo”.

Ronan Kelly, 24 anni, una laurea magistrale in business e imprenditoria cerca attivamente il lavoro dei sogni. “Consultare ogni giorno gli annunci di lavoro è angosciante e triste, non è divertente, è duro. Molte società non ti comunicano neanche perché non sei stato scelto”, afferma Ronan.

Cosa cerca chi offre lavoro?

“Quando esaminiamo il comportamento dei datori di lavoro, vediamo che non si concentrano sulla formazione in sé, ma sono interessati a lavoratori che vogliono continuamente aggiornarsi”, spiega Gannon. “Per cui quando entri in un ambiente lavorativo, devi cogliere le competenze necessarie per quel determinato posto, ma anche essere pronto a sottoporti a una formazione aggiuntiva, a sviluppare ulteriormente le competenze”.

Mags Foran, 24 anni, ha una laurea in marketing e cerca un impiego all’estero, come migliaia di altri giovani irlandesi. “Sto concentrando la mia ricerca di lavoro soprattutto nel Regno Unito, in questo momento a Londra, perché credo ci siano molte più opportunità e penso inoltre che lì le agenzie di lavoro siano più attive nell’aiutarti a sviluppare la tua carriera”, dice Mags.

Mags fa di tutto per arricchire il proprio curriculum. Di recente ha preso parte a uno stage in Inghilterra promosso dal Leonardo da Vinci, il programma dell’Unione Europea sulla formazione professionale. La formazione è stata organizzata dall’Irish Education Partners, una società irlandese specializzata nel praticantato internazionale per studenti e laureati.

“Se hai già un’esperienza all’estero hai sviluppato una chiara capacità di relazionarti con persone di altre culture, parlando altre lingue”, sostiene Karen Henry, dell’Irish Education Partners. “Anche se parli in inglese, sviluppi comunque una capacità di comunicazione, acquisita attraverso stage a livello internazionale”.

Trovare un lavoro è lungo e faticoso. Ronan Kelly ha la sua strategia di sopravvivenza. “Semplicemente chiedi aiuto”, dice. “La cosa peggiore che puoi fare è restare seduto a lamentarti di non aver trovato un lavoro. Invece bisogna parlare con gli altri e capire cosa occorre fare per ottenere un lavoro in quel particolare campo. Molti posti sono pubblicizzati a livello interno, non sono dunque divulgati al pubblico, per cui tu puoi essere la persona giusta per loro, ma loro non lo sanno. Quindi se non ti informi non saprai mai”.