ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nozze gay: la Francia ancora divisa a 2 giorni dal voto

Lettura in corso:

Nozze gay: la Francia ancora divisa a 2 giorni dal voto

Dimensioni di testo Aa Aa

Ultima domenica di protesta a Parigi contro la legge che apre a matrimoni e adozioni per le coppie omosessuali, a due giorni dall’approvazione definitiva in parlamento.

Migliaia di persone, 45 mila secondo la prefettura, sono scese in piazza in nome della famiglia tradizionale e per far arrivare la loro voce fino a François Hollande:

“Vogliamo che il Presidente della Repubblica”, ha dichiarato una delle organizzatrici, che si fa chiamare Frigide Barjot, “capisca veramente che non protestiamo invano da sei mesi”.

Alla Bastiglia la risposta dei sostenitori del matrimonio per tutti, in nome dell’uguaglianza dei diritti, contro l’odio e l’omofobia.

“Non mi disturba per nulla che le persone vogliano sposarsi”, afferma Jean-Luc Melenchon, leader della sinistra francese, “Ognuno a suo modo sceglie, organizza la propria felicità e la sua maniera di amare”.

Il testo che divide il paese, adottato in prima lettura in febbraio, torna in parlamento dopo il sì espreso dal Senato il 12 aprile.