ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

India: proteste dopo lo stupro della bambina

Lettura in corso:

India: proteste dopo lo stupro della bambina

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono le donne a manifestare, in India, dopo lo stupro che ha ridotto in fin di vita una bambina di cinque anni, le cui condizioni ora sono state dichiarate stabili.
Per il secondo giorno consecutivo, le manifestanti si sono radunate davanti alla residenza della Presidente del Congresso, Sonia Gandhi, per chiedere un’azione da parte del Governo. Alcune donne sono state fermate dalla polizia per aver tentato di oltrepassare le barriere a protezione della residenza.

Il Primo Ministro, Manmohan Singh, ha riconosciuto l’allarme sociale per gli stupri:

“La prima preoccupazione è la salute, la sicurezza e la situazione generale delle donne nella nostra società. L’orribile violenza su una bambina qualche giorno fa ha nuovamente sottolineato la necessità di lavorare collettivamente per estirpare dalla nostra società questa depravazione”

Un’altra manifestazione si è tenuta davanti a un commissariato della polizia, accusata di non essersi attivata con sufficiente tempestività per cercare la bambina, e si è manifestato anche davanti all’ospedale in cui questa è ricoverata. Secondo l’Unicef in India vengono violentati ogni anno oltre settemila bambini, e le denunce si sono triplicate negli ultimi dieci anni.