ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Boston: per la madre dei due ceceni è un complotto

Lettura in corso:

Boston: per la madre dei due ceceni è un complotto

Dimensioni di testo Aa Aa

Concorde con il marito, anche la madre dei due ceceni sospettati dell’attentato a Boston, uno ucciso e uno in manette, parla dei figli incastrati, del figlio maggiore che mai le ha parlato di terrorismo: “Non mi ha mai detto di essere dalla parte della jihad. E di qualunque cosa stiano parlando, se parlano di lui come di un perdente, sono loro i perdenti. Mio figlio non lo avrebbe mai fatto. È un complotto”.

Al telefono con una televisione russa, Zubeidat Tsarnaeva parla dal Daghestan dove è tornata a vivere da qualche anno:

“Era controllato dall’FBI, da tre, cinque anni. Sapevano quello che stava facendo mio figlio, sapevano su quali siti Internet stava. Venivano spesso a casa e mi dicevano che lo tenevano sotto controllo, mi dicevano che era un leader e che avevano paura di lui”.