ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Boston: catturato il secondo sospetto attentatore

Lettura in corso:

Boston: catturato il secondo sospetto attentatore

Dimensioni di testo Aa Aa

La caccia all’uomo è conclusa: il secondo sospetto responsabile dell’attentato alla maratona di Boston è stato arrestato. La notizia – accolta da applausi – è arrivata a conclusione di una lunga e vasta operazione alla periferia della capitale del Massachussets, a Watertown, dove la polizia aveva dispiegato ingenti forze per catturare Dzhokhar Tsarnaev.

Il ceceno di 19 anni si era rifugiato all’interno di una barca nel giardino posteriore di una casa. Ad allertare le autorità sarebbe stato un residente. Il giovane si trova in ospedale in gravi condizioni, ha fatto sapere la polizia.

Il presidente Barack Obama ha promesso risposte rispetto a quanto avvenuto e ha dichiarato: “Stasera la nostra nazione è in debito con gli abitanti di Boston e del Massachussets – ha detto Obama -. Dopo il feroce attacco alla loro città, gli abitanti di Boston hanno risposto con determinazione. Hanno fatto la loro parte di cittadini e collaboratori nell’inchiesta. La polizia di Boston e quella del Massachussets hanno risposto con professionalità e coraggio durante cinque lunghi giorni”.

L’FBI aveva definito il giovane “sospettato numero due”. Il “sospettato numero uno” – il fratello Tamerlan, di 26 anni – è rimasto ucciso durante una sparatoria, sempre parte della caccia all’uomo seguita all’attentato di lunedì sul traguardo della maratona, costato la vita a tre persone e il ferimento a circa 170.

La polizia ha arrestato altre tre persone a New Bedford, a sud di Boston, per interrogarle nell’ambito dell’inchiesta relativa all’attentato.