ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Scary Movie 5" non convince né il pubblico né la critica

Lettura in corso:

"Scary Movie 5" non convince né il pubblico né la critica

Dimensioni di testo Aa Aa

Arriva nei cinema “Scary Movie 5”. Si tratta dell’ennesima parodia di film dell’orrore come “Paranormal Activity”, ma questa volta di comico c‘è ben poco.
Dopo che Charlie Sheen è stato ucciso da un fantasma nella sua camera da letto, i suoi tre figli vengono rapiti e ritrovati dopo qualche tempo in un’abitazione nel bosco. Sono affidati allo zio Dan e alla sua compagna Jody, ma ben presto appare chiaro che con loro è entrato nella casa anche uno spirito malvagio.

“Penso che la gente sappia benissimo che si tratta di una presa in giro” dice l’attrice Molly Shannon, una delle protagoniste. “Questi film sono molto popolari tra gli adolescenti. La gente vuole vederli perché David Zucker ha un grande talento e Malcolm Lee li ha diretti. È proprio divertente. Molte persone possono interpretare questo ruolo in uno o due giorni. Penso che Lindsay Lohan e Charlie Sheen probabilmente ci abbiano messo un giorno a farlo. Vai e torni e durante le riprese mangi un po’ di cibo giapponese. Ci vediamo dopo. È divertente”.

Tra i protagonisti di quest’episodio di “Scary Movie 5”, oltre a Charlie Sheen e Lindsay Lohan, ci sono anche Mike Tyson e Snoop Lion.

L’attrice e cantante Ashley Tisdale, che ha sostituito la storica protagonista Anna Faris, ammette di aver avuto qualche difficoltà:
“È un tipo di commedia diverso rispetto a quelle a cui sono abituata. Di solito lavoro nelle sitcom. Nel prendere in giro un film si deve fare un lavoro molto serio. Questa è la parte migliore. Se lo scherzo non viene, la scena viene riscritta sul set” racconta Ashley Tisdale.

Negli Stati Uniti gli incassi sono stati deludenti. La pellicola ha infatti guadagnato nel primo weekend di programmazione solo 15.153.000 dollari, pari a poco più di 11 milioni e mezzo di euro. Anche le critiche non sono state positive, nonostante la sceneggiatura di David Zucker, autore di film di successo come “L’aereo più pazzo del mondo” e “Una pallottola spuntata”. Nei cinema italiani dal 18 aprile.