ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dietro all'attentato di Boston, due fratelli di origine cecena

Lettura in corso:

Dietro all'attentato di Boston, due fratelli di origine cecena

Dimensioni di testo Aa Aa

Non figuravano nelle banche dati dell’antiterrorismo, i due fratelli Tsarnaev, di origine cecena, obiettivo della maxi operazione della polizia a Watertown.

Uno con il cappellino nero, l’altro con il cappellino bianco, i loro volti sono noti grazie alle telecamere della sicurezza, che li hanno ripresi, zainetto in spalla, poco prima del doppio attentato alla Maratona di Boston.

Dzhokhar Tsarnaev, 19 anni, profilo pubblicato su un social network russo, è ancora in fuga e tutto lascia temere che sia imbottito di esplosivo come il fratello Tamerlan, 26 anni, morto dopo uno scontro a fuoco con le forze dell’ordine a Watertown.

I due sono di origine cecena ma sono scappati dal paese con la famiglia durante il conflitto degli anni Novanta. Cresciuti nel Kirghizstan, avrebbero vissuto anche nel Kazakhstan prima di arrivare negli Stati Uniti otto anni fa, secondo quanto afferma uno zio, Ruslan Tsarni.

E un uomo, sedicente padre, ha fatto sapere dal Dagestan che i servizi segreti avrebbero incastrato i suoi figli perché, ha detto,musulmani praticanti.