ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Boston, due sospettati ripresi al traguardo prima delle esplosioni

Lettura in corso:

Boston, due sospettati ripresi al traguardo prima delle esplosioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Ci sono due sospettati per le bombe esplose alla maratona di Boston. Gli investigatori hanno individuato due uomini, non ancora identificati, grazie alle immagini girate vicino al traguardo qualche momento prima delle esplosioni.

I due sospettati sono stati ripresi separatamente, ognuno in prossimità dei due punti dove sono esplose le bombe. Entrambi portavano una borsa nera.

“Le indagini procedono senza sosta e su tutti i fronti, gli investigatori sono sulle tracce e forse sul punto di arrestare qualcuno – sostiene Stephen Murphy, presidente del consiglio comunale di Boston – Più tempo passa, più sono scarse la possibilità di un arresto”.

Le fotografie dei sospetti non sono state pubblicate per il timore di ostacolare in qualche modo le indagini e creare una pericolosa caccia all’uomo.

“Prima di procedere a eventuali arresti analizzeranno gli indizi molto attentamente – è l’opinione di Peter J. Ahearn, ex agente speciale del Fbi – Le prove ci sono, ma non si lasceranno andare a valutazioni affrettate come è successo in passato, quando nel 1996 ci fu l’attentato al Parco Olimpico. Ma in questo caso vogliono essere certi dell’identità, magari attraverso gli esami biometrici, la impronte digitali o una confessione”.

L’attentato di lunedì scorso ha provocato la morte di due ragazze e un bambino e il ferimento di più di 170 persone.

112 dei 178 feriti ricoverati in ospedale sono stati dimessi, tredici le persone ancora in gravi condizioni.