ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lodi e proteste, la Thatcher divide anche nel giorno dei funerali

Lettura in corso:

Lodi e proteste, la Thatcher divide anche nel giorno dei funerali

Dimensioni di testo Aa Aa

Rispetto, riconoscenza e qualche critica ai funerali di Margaret Thatcher. Tra gli inglesi che sono venuti a salutare l’ex Primo ministro, la maggior parte ha lodato la sua grande personalità.

“Era una donna molto speciale, un primo ministro straordinario – sostiene Lady hamilton, amica della baronessa – È sempre stata molto coraggiosa, ha sempre fatto quello che credeva giusto”.

“Sono entrato in parlamento quando la signora Thatcher è stata eletta, sono stato in Parlamento per 7 anni, quando era primo ministro – ricorda Simon Hughes, numero due dei Lib Dem – È stata una protagonista della politica del secolo scorso, una figura di rilievo nella Gran Bretagna del dopo guerra e la prima donna premier”.

“È sempre riuscita a battere il partito laburista. Ha vinto le elezioni e ha notevolmente cambiato il Regno Unito – afferma Jim Murphy, ministro della Difesa del governo ombra dei Labour – Ha rafforzato l’immagine della Gran Bretagna all’estero e ha fortemente diviso l’opinione pubblica in patria. Ma le persone hanno diritto, siamo una democrazia, ad avere un punto di vista differente”.

“Margaret Thatcher credeva nel confronto e nella libertà di parola. Non avrebbe accolto male le proteste di oggi – dice Michael Portillo, ex ministro dei Tories – Credeva sempre di aver ragione, ma credeva di aver ragione perché testava le sue idee nei dibattiti”.

Le tanto temute proteste si sono limitate a piccole manifestazioni di dissenso e qualcuno ha votato le spalle al passaggio del feretro. Anche nel giorno dei suoi funerali, la Lady di ferro divide.

“Margaret Thatcher ha cambiato la Gran Bretagna e così facendo ha profondamente diviso l’opinione pubblica fino all’ultimo giorno – conclude il corrispondente di euronews a Londra, Ali May – Il dibattito su cosa abbiano significato per il Paese le sue riforme non si placherà se non tra molti anni”.