ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

I 70 anni del Piccolo Principe


Cultura

I 70 anni del Piccolo Principe

“Il Piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupery compie 70 anni. Concepito in origine come una novella, è un libro molto famoso sia tra i bambini che tra gli adulti. Saint-Exupery, l’aviatore pioneristico, ingegnere e poeta, iniziò a scrivere il libro in Francia durante l’occupazione tedesca nella seconda guerra mondiale. Ma non si limitò alla scrittura. Disegnò anche molte illustrazioni prima e dopo la pubblicazione del libro il 6 aprile 1943. Alcuni di questi disegni sono ora in mostra a Parigi, per festeggiare il settantesimo compleanno di questo piccolo capolavoro.

“Qui ci troviamo dentro un tesoro” spiega Olivier d’Agay, pronipote dello scrittore e direttore della Succession Antoine de Saint-Exupery-d’Agay. “Siamo in una cassaforte, entriamo e troviamo un tesoro, che è l’anima del Piccolo Principe, cioè la capacità di esprimersi rappresentata dalle illustrazioni, non solo quelle all’interno, ma anche quelle realizzate prima e dopo la stesura. Saint-Exupery ha sempre rappresentato il Piccolo Principe come un’espressione di sé stesso, una raffigurazione della sua identità, un’estensione”.

È fra le opere letterarie più famose del ventesimo secolo e tra le più vendute della storia: è stato tradotto in più di 220 lingue e dialetti e stampato in oltre 134 milioni di copie in tutto il mondo.

La Fondazione Antoine de Saint-Exupery per la Gioventù intende festeggiare il settantesimo compleanno del libro con una rappresentazione grafica tridimensionale delle sue illustrazioni, per fare in modo che possano essere apprezzate anche dai non vedenti. Il libro è già stato tradotto in Braille.

“Il Piccolo Principe è il libro più tradotto del mondo” dice Nicolas Delsalle, segretario generale della Fondazione Antoine de Saint Exupery per la Gioventù. “Ne esistono diverse versioni in Braille, ma i suoi disegni non sono mai stati realizzati in rappresentazioni tridimensionali. Si tratta di una tecnica di pubblicazione del Braille che copia i disegni per fare in modo che i lettori non vedenti li possano capire al tatto”.

Antoine de Saint-Exupery morì dopo che il suo aereo venne abbattuto sul Mar Tirreno tra la Sardegna e la Corsica il 31 luglio 1944. Oltre a “Il Piccolo Principe” scrisse anche molti altri libri.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
Dietro le quinte al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, emblema della cultura russa

life

Dietro le quinte al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, emblema della cultura russa