ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costa Concordia: udienza preliminare, richieste di risarcimenti

Lettura in corso:

Costa Concordia: udienza preliminare, richieste di risarcimenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Al via a Grosseto le udienze preliminari per il naufragio della Costa Concordia. Si deve decidere quanti andranno sotto processo oltre al capitano Francesco Schettino. All’esame, nella prima giornata, le richieste di costituzione di parte civile avanzate dai passeggeri, dall’isola del Giglio e dalla Costa Crociere.

Le vittime non sono soddisfatte delle offerte della compagnia.

Massimiliano Gabrieli, legale di un comitato di passeggeri, afferma: “Ci risulta che le ultime trattative si sono attestate sui 27 mila euro, as a last offer from Costa Crociere. Noi ci costituiamo in giudizio chiedendo il risarcimento di un milione di euro per passeggero.”

Una richiesta che l’avvocato della compagnia, Marco De Luca, liquida con una battuta: “Anche dieci milioni non sarebbero male. Ci sarebbe la corsa a salire su una nave, sperando in un naufragio per poter essere salvati e risolvere i problemi della propria vita. Credo che queste siano stupidaggini.”

Il giudice deve decidere se ammettere le richieste di circa 200 parti civili.
I 6 accusati devono rispondere di omicidio plurimo colposo
e lesioni; cui si aggiungono, per Schettino, abbandono di
nave, naufragio colposo e altri reati.

L’incidente, avvenuto nel gennaio 2012 perché la nave si era avvicinata troppo alla riva, provocò 32 morti.