ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prosegue il congresso promosso dal Vaticano sulla medicina rigenerativa

Lettura in corso:

Prosegue il congresso promosso dal Vaticano sulla medicina rigenerativa

Dimensioni di testo Aa Aa

Un ponte tra religione e scienza.
È con questo obiettivo che in Vaticano è in corso la conferenza internazionale sulla medicina rigenerativa.

Il congresso intende segnare un cambio di passo nel dibattito sulle staminali. Il Vaticano promuove la ricerca sulle cellule adulte considerate un patrimonio consolidato mentre osteggia quella sulle embrionali perché, secondo la visione della Chiesa Cattolica, l’embrione perirebbe.

Tra gli interventi più attesi quello di John Gurdon, Premio Nobel per la Medicina.

“La prospettiva di poter sostituire le cellule
in modo piuttosto semplice ha reso la ricerca molto stimolante. Possiamo ora utilizzare ad esempio una cellula della pelle o del sangue per ricreare un’ ulteriore cellula che deve intervenire su un tessuto”.

Nella tre giorni di dibattito i temi in agenda comprendono i possibili sviluppi di intervento nella ricerca per curare malattie cardiovascolari.

“È chiaro che se vogliamo un nuovo approccio per intervenire sul corso naturale di queste malattie – spiega il Professor Silviu Itescu, di Mesoblast – dobbiamo farlo attraverso la medicina rigenerativa. Non solo ha un effetto sui sintomi, ma al tempo stesso puó rigenerare, sostituire e ricostruire tessuti ed organi.”

La Chiesa Cattolica nel tentativo quindi di mantenere i confini etici della ricerca scientifica si impegna ad un approccio positivo, come approvare lo studio sulle staminali adulte.

L’obiettivo è dare risposte concrete anche per malattie degenerative come l’ alzheimer e il parkinson.