ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ryanair accusata di violare i diritti dei suoi dipendenti

Lettura in corso:

Ryanair accusata di violare i diritti dei suoi dipendenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Contratti al limite dello schiavismo. Nell’occhio del ciclone Ryanair che in Norvegia sta per essere portata davanti ad un tribunale da due ex lavoratrici.
Le hostess hanno deciso di denunciare la compagnia di voli low cost per violazione dei diritti dei lavoratori e per licenziamento ingiusto. Ma non solo:

“Vivo nel paese piú caro d’Europa – dice una delle hostess – e venivo pagata con uno stipendio base di un paese del sud. Inoltre caso di malattia non ricevevo nessun salario”.

L’elenco delle violazioni comprende anche il divieto ad attività sindacali pena il licenziamento ma anche altre dure restrizioni imposte dai contratti. L’amministratore delegato della compagnia respinge le accuse.

“Hanno inventato queste false accuse sei mesi dopo essere state licenziate – sottolinea Michael O’Leary – Una per degli errori sulle misure di sicurezza e l’altra perché non si è presentata al lavoro dopo i 12 mesi di prova”.

In Norvegia la denuncia delle ex lavoratrici sta diventando un caso. Tanto che responsabili sindacali e politici hanno lanciato un appello al boicotaggio della compagnia low cost.