ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guantanamo: nuova polemica, sorvegliate le mail tra avvocati e detenuti

Lettura in corso:

Guantanamo: nuova polemica, sorvegliate le mail tra avvocati e detenuti

Dimensioni di testo Aa Aa

La scomparsa di documenti dei difensori dei detenuti dai computer del Pentagono fa accendere ancora una volta i riflettori su Guantanamo. Diversi legali hanno ottenuto il rinvio delle udienze preliminari, sostenendo che le mail inviate ai loro assistiti sarebbero state sorvegliate.

Da due mesi nella prigione è in corso uno sciopero della fame, cui ha aderito gran parte dei 130 detenuti. Alcuni ricevono l’alimentazione forzata, una pratica condannata dalla Croce Rossa.

“La questione di Guantanamo è bloccata a livello politico in questo Paese”, dice il presidente Peter Maurer, in missione a Washington. “Un messaggio importante che ho espresso a tutti i miei interlocutori statunitensi negli ultimi giorni è stato, quest’impasse è insostenibile”.

Il presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa ritiene che Barack Obama sia ancora convinto di voler chiudere la prigione. Il capo della Casa Bianca si era impegnato a farlo entro un anno dalla sua investitura nel 2009. Resta un obiettivo, ma non esiste ancora una scadenza.