ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

G8: Angelina Jolie impegnata contro il dramma degli stupri in aree di guerra

Lettura in corso:

G8: Angelina Jolie impegnata contro il dramma degli stupri in aree di guerra

Dimensioni di testo Aa Aa

Tra gli echi di guerra provenienti dalla Corea del Nord e il conflitto in Siria, alla riunione dei ministri degli Esteri dei G8 di Londra è stato affrontato il dramma delle violenze sessuali.
Testimonial d’eccezione, Angeline Jolie, qui in veste di inviato speciale dell’Onu per i rifugiati, che ha denunciato l’oblio in cui cadono le vittime di stupro, usato come arma di guerra.

“Ho ascoltato tante vittime di stupri, dalla Bosnia alla Repubblica Democratica del Congo – ha detto l’attrice – Dicono che a nessuno interessa il loro dramma. E chi può biasimarli? Per troppo tempo sono stati dimenticati. Hanno vissuto guerre di cui non sono responsabili ed ora soffrono le peggiori conseguenze. Oggi, finalmente credo che le loro voci siano state ascoltate”.

Dalla riunione dei G8 è stato compiuto un primo passo avanti,
con la decisione di sbloccare fondi per oltre 27 milioni di euro da destinare alla lotta contro le violenze sessuali.

Un dramma quotidiano in aree di guerra, come la Repubblica Democratica del Congo dove in media ogni ora 48 donne sono vittime di un’aggressione sessuale.