ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pyongyang chiude confine cinese, Seul "probabile lancio missile"

Lettura in corso:

Pyongyang chiude confine cinese, Seul "probabile lancio missile"

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corea del Nord chiude l’accesso al valico di confine di Dandong, il più importante tra quelli che la collegano alla Cina. Una decisione unilaterale che segue l’escalation bellicosa avviata da Pyongyang nei confronti della Corea del Sud e degli Stati Uniti.

La minaccia di un attacco nucleare non ha ancora avuto seguito, ma Seul e Washington hanno innalzato l’allerta a livello 2, corrispondente a una “minaccia vitale”. “La probabilità che la Corea del Nord possa lanciare un missile a medio raggio è molto alta”, ha detto il ministro degli Esteri sudcoreano, Yun Byung-se.

Il regime di Kim Jong-un ha invitato i cittadini stranieri che risiedono nel Sud a lasciare il Paese, ma in tanti credono sia un bluff:

“Le ambasciate russe sia in Corea del Sud che in Corea del Nord non sono preoccupate per la situazione nella penisola coreana, e dicono che i cittadini russi possono rimanere in Corea – spiega Daria Todorova, una studentessa russa che vive a Seul – Se dovesse accadere qualcosa, la popolazione russa sarà immeditamente evacuata”.

“Mia mamma è davvero preoccupata – confessa Emanuela Berinetti, una studentessa italiana che risiede nella capitale sudcoreana – Mi chiama due volte al giorno per chiedermi, ‘fai sul serio, non vuoi tornare in Italia?’ ma lo dice solo perché non è qui”.

Il partito conservatore del Sud ha chiesto che Seul si doti di armamenti nucleari. Il pericolo di una guerra fa divampare un sentimento ultra-nazionalista in tutta la penisola coreana.