ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi: la Commissione Ue richiama la Spagna, ancora troppi squilibri

Lettura in corso:

Crisi: la Commissione Ue richiama la Spagna, ancora troppi squilibri

Dimensioni di testo Aa Aa

Sulla Spagna gravano ancora squilibri economici eccessivi. Bruxelles lancia l’allarme sulla quarta economia europea in un rapporto su 13 Paesi, tra cui l’Italia. Primo motivo di preoccupazione, l’indebitamento privato, oltre alle rigidità strutturali. Il tasso di disoccupazione supererà il 27 per cento quest’anno, secondo la Commissione.

“In Spagna, nonostante progressi significativi lo scorso anno, esistono ancora squilibri economici eccessivi”, afferma Olli Rehn, commissario Ue agli Affari Economici. “La Spagna deve portare avanti lo slancio riformista”.

Incassate le critiche, il capo del governo spagnolo Mariano Rajoy ha annunciato un secondo piano di riforme per il 26 aprile. Bruxelles ha anche seminato dubbi sulle previsioni di Madrid che confida in un ritorno alla crescita già alla fine di quest’anno. La Commissione teme invece che la recessione prosegua anche al di là di quel periodo.

Le riforme, fortemente contestate in piazza, sono state la contropartita al piano di aiuti europeo per ricapitalizzare le banche spagnole.