ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

No di Belgrado all'accordo sul Kosovo proposto dall'Europa

Lettura in corso:

No di Belgrado all'accordo sul Kosovo proposto dall'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Inaccettabile e umiliante. Così Belgrado respinge l’accordo sul Kosovo proposto da Bruxelles.

E anche se non chiude al dialogo con Pristina, questo “no” potrebbe compromettere il suo già difficile cammino verso l’Europa.

A ostacolare le trattative è il livello di autonomia per i serbi del nord del Kosovo, paese di cui Belgrado del resto non riconosce l’indipendenza.

“Il governo serbo”, ha dichiarato il primo ministro serbo Ivica Dacic, “non può accettare i principi proposti ai nostri negoziatori nei colloqui, in quanto non garantiscono la piena sicurezza, la sopravvivenza e la protezione dei diritti umani per i serbi del Kosovo”.

Deluso il governo albancese del Kosovo, secondo il quale la proposta europea, arrivata dopo sei mesi di incontri, avrebbe stabilizzato la regione e dato il via alla fine di un conflitto storico.

Da Bruxelles, il rammarico per la decisione serba e l’appello a un ultimo sforzo per arrivare a un’intesa.