ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La morte di Pablo Neruda: un enigma lungo 40 anni

Lettura in corso:

La morte di Pablo Neruda: un enigma lungo 40 anni

Dimensioni di testo Aa Aa

Aleggia il mistero sulla morte di Pablo Neruda. Morì per cause naturali o fu ucciso dagli uomini di Augusto Pinochet? Per rispondere a questa domanda, lunedì verrà riesumata la salma del poeta cileno, morto il 23 settembre 1973, 12 giorni dopo il golpe guidato dal generale. Ufficialmente Neruda morì per un cancro alla prostata. Al suo autista, secondo cui il Premio Nobel fu ucciso con un ‘iniezione letale, è stato chiesto se ci sono speranze che la riesumazione porti a qualche chiarimento:

“Non molte, perché ci sono diversi casi come questo su cui in questo Paese non è mai stata fatta luce” spiega Manuel Araya. “Quindi vedremo, aspetteremo oggi e domani con pazienza e serenità, niente di più. Attenderemo 60 o 90 giorni prima che il giudice Carroza si pronunci. Aspetteremo”.

Neruda è sepolto assieme alla moglie in una tomba sul mare a Isla Negra. Determinante nella decisione della riesumazione è stato anche Eduardo Contreras, un avvocato del Partito Comunista, al quale Neruda apperteneva. Il legale l’anno scorso ha sporto denuncia per omicidio del poeta e associazione illecita.