ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali, elezioni a luglio. Mille soldati francesi in missione "permanente"

Lettura in corso:

Mali, elezioni a luglio. Mille soldati francesi in missione "permanente"

Dimensioni di testo Aa Aa

Mille soldati francesi resteranno permanentemente sul territorio maliano. “Una forza di sostegno per combattere il terrorismo” l’ha definita il ministro degli Esteri parigino, Laurent Fabius, in visita nel Paese africano.

La Francia è intenzionata a ridurre da 4.000 a 2.000 i militari entro tre mesi.

“Le elezioni avranno luogo a luglio. Nessuno, partiti inclusi, ha proposto nulla di differente e per noi è importante che le elezioni siano tenute in quella data” ha detto Fabius in conferenza stampa, rivolgendosi al presidente ad interim maliano, Dioncounda Traorè, ricevendone un cenno d’assenso.

Il premier Diango Cissoko ha affermato che il governo è porterà in fretta il Paese alle urne e la popolazione sembra attenderlo.

“Posso assicurare che i giovani maliani sono pronti ad andare alle elezioni” dice un ragazzo interpellato in strada.

C‘è, però, anche forte scetticismo sulla capacità di rispettare tempi così serrati. La minaccia del terrorismo incombe ancora sul Mali. Gli estremisti islamici ricacciati sui monti del deserto del nord si sono detti pronti ad “aprire le porte dell’inferno” quando l’esercito locale non avrà più il supporto massiccio di quello francese.