ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, disoccupazione cala ma l'economia stenta a creare posti di lavoro

Lettura in corso:

Usa, disoccupazione cala ma l'economia stenta a creare posti di lavoro

Dimensioni di testo Aa Aa

Frenano le assunzioni negli Stati Uniti a marzo, in un primo segnale che la cura di austerità cominciata nel 2013 sta deprimendo l’economia.

Il tasso di disoccupazione è sceso al 7,6% dal 7,7% di febbraio. E’ il minimo da nove mesi a questa parte. Ma i posti di lavoro generati sono soltanto 88mila, a fronte dei duecentomila attesi dagli analisti e dei 236mila del mese precedente.

Secondo Jim Glassman, analista di J.P. Morgan, “da un’economia che comincia soltanto adesso ad acquistare un po’ di traino non ci si può aspettare che generi tra 200 e 300mila posti di lavoro: lo farà quando prenderà più slancio”.

Il dato di marzo segna un passo indietro rispetto alla tendenza emersa negli ultimi mesi, quando la ripresa del mercato del lavoro sembrava sul punto di ingranare. Di certo hanno influito l’aumento delle tasse scattato a gennaio e i tagli al bilancio federale entrati in vigore il mese scorso.

Se la Federal Reserve meditava di sospendere il programma di acquisto di titoli di stato a partire dall’estate, ora è probabile che ci ripensi.