ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Unione per il Mediterraneo, si riparte da Marsiglia

Lettura in corso:

Unione per il Mediterraneo, si riparte da Marsiglia

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la Primavera Araba, sabato e domenica Marsiglia si torna a discutere di un ‘Unione per il mediterraneo. Questa volta su iniziativa del Presidente del Parlamento europeo Martin Schulz che incontra i presidenti dei parlamenti della regione. Obiettivo: garantire una transizione democratica dei Paesi arabi.

La vera incognita rimangono i partiti filo islamici. Come conferma Francois Foret, politologo e direttore delle ricerche politiche presso l’Istituto di studi europei:“Il punto è: come riuscire a lavorare con dei partiti politici islamici e come questi possano arrivare a trovare un terreno d’intesa con i loro omologhi europei”.

Foret avverte:“Moltissimi studi hanno rivelato che l’azione esterna, soprattutto quella operata dalle istituzioni internazionali, ha avuto scarsissimo impatto. Non bisogna farsi illusioni quindi se non ci saranno cambiamenti radicali dopo l’incontro”.

L’unione per il mediterraneo è un progetto lanciato da Sarkozy già nel 2008. Da allora, però, molto è cambiato nei Paesi della regione a causa della crisi economica e delle turbolenze politiche dovute alla Primavera araba.
Il consolidamento delle relazioni culturali e commerciali tra i Paesi del Mediterraneo è necessario anche per l’Unione europea in questo momento di forte crisi economica. Molti i progetti in cantiere: dalla strategia per le imprese del mediterraneo alla creazione di nuove infrastrutture.